Litografia raffigurante i fratelli Sgarallino

Mediagallery

<br />Ritratto del maggiore Iacopo Sgarallino


Ritratto del maggiore Iacopo Sgarallino

Litografia
I fratelli livornesi Andrea (1819 – 1887) e Jacopo Sgarallino (1823 – 1879) rappresentano due figure esemplari di popolani che furono con Garibaldi e con la causa Italiana. Andrea combatté a Montanara nel 1848, e l’anno successivo partecipò alla sfortunata difesa di Livorno. Nel 1860 raggiunse Garibaldi a Milazzo. Ferito a Caserta, fu decorato di medaglia d’argento. Nel 1866 partecipò alle operazioni della terza guerra d’indipendenza. In casa Sgarallino, a Livorno, Garibaldi dimorò in incognito per preparare la sfortunata spedizione di Mentana. Jacopo fu con l’esercito piemontese in Crimea (1854-55) e in Lombardia (1859). Fervente garibaldino partecipò alla spedizione dei Mille, alla dolorosa vicenda dell’Aspromonte (1862), alla tragica impresa garibaldina in Polonia dove trovò la morte Francesco Nullo (1863). Si batté nel Trentino (1866) e a Mentana (1867).