Le prime elezioni dell'Italia unita

Mediagallery

<br />Camillo Benso conte di Cavour, in un ritratto di Antonio Ciseri


Camillo Benso conte di Cavour, in un ritratto di Antonio Ciseri

27 gennaio 1861

Si svolgono le prime elezioni politiche dopo l’unità d’Italia. Si tratta della nona legislatura se considerata in continuità con quelle del Regno di Sardegna. Fu necessario il ballottaggio, che il mese successivo decretò la vittoria della Destra sotorica; la Sinistra storica andò all’opposizione insieme a 80 garibaldini.

La legge elettorale con la quale si svolsero era quella in vigore nel Regno di Sardegna dal 1848: potevano votare, su scala censitaria, gli uomini alfabeti che avessero almeno 25 anni; gli aventi diritto al voto furono così soltanto 418.696 su circa 22 milioni di abitanti.

Le elezioni portarono al IV governo Cavour, in carica dal 23 marzo al 6 giugno 1861.